vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Condove appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Collegamenti ai social networks

Seguici su

Franco Provenzale

I Simboli dell'Occitania

La croce occitana si presenta nei colori giallo e rosso.
La sua origine, cosí come la datazione, è discussa: nel 990 d.C. Guilhem III Taillefer, conte di Tolosa, sposa Emma, figlia ed ereditiera di Roubaud, conte di Provenza che gli porta in dote molte terre e forse anche la croce, simbolo della contea di Venasque divisa tra il casato di Tolosa e quello di Forcalquier.
Attualmente fa parte dello stemma ufficiale di due regioni, Midi-Pyrénées e Languedoc-Roussillon e di molti comuni.


La bandiera

La bandiera porta una grande croce occitana gialla in campo rosso.
Negli anni '70, François Fontan e il P.N.O. (Partito Nazionalista Occitano) proposero l'aggiunta di una stella a 7 punte, in alto (dal lato opposto all'asta).
Questa stella dovrebbe rappresentare l'unità del territorio di lingua occitana comprendente 7 regioni storiche: Guascogna, Guiana, Linguadoca, Limosino, Alvergna, Delfinato e Provenza.
La stella a 7 punte è anche il simbolo del felibrige che scelse come patrona Santa Estella.
La bandiera sventola oggi nel territorio di tutta l'Occitania e sul municipio di vari comuni, alcuni anche nelle Valli.


L'Inno: Se Chanta

Canto d'amore attribuito dalla tradizione a Gaston Phoebus, conte di Foix e visconte del Bearn (morto nel 1381).
Molto popolare in Linguadoca (come Se canta, in quanto sud occitano) fu portata in ogni paese e regione d'Occitania che la fecero propria modificando il testo con qualche variante.
Nelle nostre Valli era già conosciuta nella zona valdese e dai primi anni '70 ebbe una grande diffusione come simbolo di un popolo che vuole ritrovare le proprie radici.


Inno del Popolo Occitano